Call for papers per il quarto numero della rivista DIDIT

2024-01-16

Nuove sfide per la didattica dell’italiano

È aperto l’invito a contribuire al quarto numero della rivista Open Access DIDIT. Didattica dell’italiano. Studi applicati di lingua e letteratura (www.rivistadidit.ch).

La rivista accoglie contributi di didattica dell’italiano nelle sue varie dimensioni e con le diverse peculiarità che oggi assume in contesto scolastico (e non solo): ad esempio, la didattica della lingua e della letteratura; la didattica dell’italiano come L1, come L2 e come LS; la didattica dell’italiano in contesto plurilingue; la didattica dell’italiano come strumento trasversale alle discipline; tutto ciò (e altro ancora) senza trascurare gli aspetti pedagogici rilevanti per la didattica della lingua.

Il quarto numero della rivista sarà dedicato alle nuove sfide per la didattica dell’italiano. Negli ultimi decenni abbiamo assistito a un profondo rinnovamento della didattica, che ha cercato di venire incontro ai bisogni sia degli apprendenti sia dei docenti, nonché alle esigenze linguistiche della società. E l’attualità e il futuro si prospettano ancora più complessi e, al contempo, stimolanti, tra questioni di lingua e rappresentazione dell’identità; necessità legate ad accessibilità e inclusione rispetto ai testi e alle forme di comunicazione; differenti attitudini cognitive delle nuove generazioni nelle pratiche di oralità, lettura e scrittura; interazione con l’intelligenza artificiale e le sue possibilità ecc. Questi sono solo alcuni dei possibili ambiti ai quali rivolgere le future ricerche ed esperienze didattiche, anche in chiave innovativa e con uno sguardo interdisciplinare.

Il contesto attuale, inoltre, con le necessità dovute alla globalizzazione e all’educazione linguistica democratica, ha portato a nuovi bisogni, nuovi destinatari e a nuove metodologie didattiche. La multimedialità e la multimodalità, per esempio, consentono di elaborare dei percorsi didattici in continua evoluzione e che offrono l’accesso a risorse potenzialmente illimitate, grazie anche all’utilizzo dei contenuti on-line. Senza trascurare gli aspetti motivazionali, oggi più che mai di grande importanza per coinvolgere con maggior efficacia le giovani generazioni nei processi di apprendimento.

Il quarto numero vuole essere una riflessione su questi argomenti e invita i ricercatori e le ricercatrici a inviare i propri articoli originali, che possano apportare un contributo sul piano teorico o empirico. La rivista accoglierà anche eventuali contributi che si dovessero collocare a margine del tema scelto per il prossimo numero.

Si ricorda che la rivista è costituita da tre sezioni: Studi e ricerche, Esperienze didattiche e Recensioni.

Il termine per l’invio delle proposte per il terzo numero della rivista è il 28 giugno 2024. Verranno considerati unicamente i contributi che verranno inviati tramite l’apposita piattaforma online e che rispetteranno tutte le norme editoriali richieste. Le indicazioni redazionali, le istruzioni e il modulo per l’invio delle proposte sono presenti a questa pagina.

Vi invitiamo caldamente a diffondere questa call tra i vostri contatti.

Grazie per la collaborazione e un cordiale saluto,

la Direzione di DIDIT

(Luca Cignetti, Silvia Demartini, Simone Fornara, Vincenzo Todisco)